Candeletta Accensione Caldaia Ferroli

Candeletta Accensione Caldaia

La candeletta è una componente fondamentale per l’avviamento della caldaia: fa parte del cosiddetto gruppo di accensione dove, insieme ad altre componenti, gestisce accensione e combustione del gas. Vi descriviamo la funzione della candeletta.

Candeletta Accensione Caldaia: come funziona

La candeletta per l’accensione della caldaia è uno dei componenti più innovativi che vengono annoverati negli impianti di riscaldamento moderni e a gas. Infatti, questo componente che, di fatto, sostituisce la fiamma pilota, sebbene tutt’ora ancora utilizzata in alcune caldaie e impianti di riscaldamento, è stato introdotto da un periodo relativamente breve. Inoltre essa consente un risparmio energetico notevole proprio per modalità di applicazione, di attivazione e di utilizzo.

Entrando nel funzionamento in particolare, la candeletta di accensione della caldaia è un componente atto a determinare un arco elettrico che viene generato dal trasformatore, e in presenza del gas combustibile che proviene dal bruciatore della caldaia stessa, essa consente di innescare la fiamma interna alla camera di combustione. Come accennato, questa candeletta genera l’attivazione vera e propria, con altri componenti correlati, della caldaia, mentre prima era la fiammella pilota a consentire l’attivazione dell’impianto di riscaldamento.

Il risparmio dato dalla presenza di questo importante componente nella caldaia è notevole, se si considera il fatto che la caldaia, mediante questa candeletta, si attiva solo al momento in cui è richiesta l’erogazione di acqua calda e di riscaldamento per ambienti. Bruciando combustibile solo ed esclusivamente, quindi, quando è necessario. Mentre, la fiammella, di default, generava un costo di circa 10 euro al mese di combustibile (la fiammella pilota è infatti sempre accesa e pronta per attivare la combustione del gas e la funzione dell’impianto di riscaldamento).

In breve, la candeletta di accensione della caldaia, aziona l’arco elettrico che genera la combustione mediante l’innesco della fiamma pilota, solo ed esclusivamente quando viene sollecitata dai vari punti di accesso della casa per l’erogazione dell’acqua calda e del riscaldamento, o su sollecitazione da display o configurazione della caldaia. In effetti, al pari della fiammella pilota, che doveva stare necessariamente sempre accesa – e dunque protetta anche dall’azione del vento – per fornire riscaldamento, anche la candeletta è sempre pronta: la differenza reale è nel consumo del gas di base, e, quindi, nei costi di gestione e in bolletta alla fine di ogni mese.

Richiedi un intervento!
800 135 853